Lakme_mi

perchè niente si perda mai nel silenzio dei pensieri

Nome:
Località: Milano, Italy

lakme_mi@hotmail.com

11 giugno 2006

Dè Jà vu

Cambiano i luoghi, passano gli anni,
alcuni volti restano. altri se ne vanno.
Altri semplicemente sono cambiati.
Ma sembra un vero dè jà vu del passato.
E tanti ricordi riaffiorano alla mente.
Beh, è stata una piacevole serata...

07 giugno 2006

Ciao Tito

Oggi ho realizzato che te ne sei andato.
Per sempre.
Ed ho pianto.
Ma ora voglio ricordarti così com'eri,
grande, adorabilmente irritante.
Incontenibile.
Voglio pensare che sei partito
ancora una volta per un nuovo viaggio.
Anche se eterno.
Grazie di avermi fatto conoscere
quel tuo mondo di colori.
Ed ora voglio ricominciare a sorridere.
Perchè so che è ciò che vorresti.
Fai buon viaggio.

29 maggio 2006

Mutazioni genetiche

camminavi per ore e ore.
o andavi in bicicletta.
viaggiavi all'avventura su di un camper.
ti perdevi in un piatto di "pomodori e quartirolo"
davanti ad un camino in mezzo al nulla.
avevi le tasche vuote o bucate,
non l'ho mai capito...
ma eri ricca di slanci.
romantica e dolce...
ora scopro che non hai tempo per il romanticismo.
che giri in scooter, possiedi casa e vai in vacanza a porto cervo.
Non riconosco più la donna che ho amato.
Non è che hai fatto da cavia a qualche esperimento genetico?!

28 maggio 2006

Fortunata al gioco

Fortunata al gioco...
sfortunata in amore.

Ma chi l'ha detto???

... mi toccherà riscrivere
il corso della storia.

16 maggio 2006

FRAMMENTI

scoperta.
meraviglia.

ti ho rubato un attimo.

chissà se sarai capace
di rubarmi il tempo.


11 maggio 2006

The Winter's Gone

"The minute I walk out the door...
...I can feel the winter's gone...
...I can tell by the breeze...
...I can tell by my shadow on the wall...
...and i can tell by the smile on a face...
...I've been inside too long."

(Mystic Diversions)


assolutamente perfetta

08 maggio 2006

Messaggi in una notte di mezza estate












"Giusto qualche giorno fa.

Tra volti scomposti e veloci ho pensato a te.
Ho pensato a quali flutti potessero avvolgerti ora.
Sotto questa luna verticale sopra i sospiri della terra.
Conosco i segni furiosi e le cicatrici sul costato.
Il pugnale nero sul cuore.
Ho provato tanto dolore che ne sono quasi morta.
E leso è il corpo, sfiduciata l'anima.
Mi aggrappo alle parole con il naufrago che cerca tra i marosi pezzi della nave distrutta.
Ma sono felice che la mia principessa si sia ripresa il suo regno interiore.
Tengo sempre segretamente celato e ben protetto ciò che mi ha rapito l'anima.
Certo che ricordo. Ogni cosa."